PROGETTO

L’urgenza di coniugare la comprensione di alcune tematiche relative allo sviluppo sostenibile finalizzato al benessere e alla prosperità degli esseri umani, insieme alla assoluta prontezza e versatilità degli studenti delle scuole secondarie (di primo e secondo grado ed in particolare gli studenti del liceo artistico) nei confronti dei linguaggi audiovisivi, possono essere coniugati nell’ottica di un progetto dove la conoscenza delle problematiche diventi tema di elaborazione formativa, artistica e sociale attraverso i più moderni mezzi di comunicazione.

Il progetto si pone tre obiettivi principali, considerando come driver educativi l’analisi, l’interazione e il processo artistico creativo e narrativo nel mondo audiovisivo.

Il primo obiettivo è tematico: far conoscere attraverso la condivisione personale ed il racconto filmico storie di progetti di sviluppo sostenibile, dove la salute, la sicurezza, l’educazione dei minori, la riduzione della disuguaglianza, il consumo e la produzione responsabile siano protagonisti dei processi dedicati all’aumento della prosperità delle persone e del pianeta. A questo proposito si ritengono fondamentali le collaborazioni con soggetti attivi nell’associazionismo, nel volontariato e nel terzo settore, del territorio e di diverse aree del mondo.

Il secondo obiettivo è più tecnico-linguistico: gli studenti, attraverso un universo tematico delicato da raccontare, possono migliorare il percorso educativo e la conoscenza linguistica del mezzo audiovisivo, sia teorica attraverso la lettura critica e tematica delle opere filmiche e televisive, sia attraverso la realizzazione propria di prodotti audiovisivi completi, gestiti dalla scrittura al montaggio in autonomia dagli studenti, guidati da una serie di tutor di elevata professionalità nel campo, arrivando all’implementazione di un percorso che utilizzi il linguaggio audiovisivo come mezzo per rendere fruibile ed efficace, soprattutto per i coetanei, la comunicazione di temi così delicati ed importanti, inclusi nell’Agenda2030 per lo Sviluppo sostenibile approvata dall’ONU.

Il terzo obiettivo è quello della ricerca nel campo dell’espressione artistica e creativa: il prodotto che si vuole ottenere porterà a far riflettere sul ruolo delle immagini, degli oggetti e del testo narrativo ciascuno in relazione alla propria funzione nella creazione di una memoria e di una consapevolezza collettiva. La natura costruita e artificiale della comunicazione audiovisiva può alterare sia il messaggio della fonte sia la percezione del destinatario: solo l’elaborazione culturale e la condivisione di una memoria collettiva mettono in crisi i modelli più palesi di convenzione sociale e guidano il destinatario ponendo l’attenzione sui dati antropologici e sul loro significato e allontanandolo dagli stereotipi. L’audiovisivo diventa quindi linguaggio di mediazione ed elaborazione del messaggio significativo per gli adolescenti.

Interessante nello sviluppo del progetto è anche attivare modalità di dialogo e collaborazione tra studenti di diverse età (delle scuole medie e del liceo) su temi sensibili, utilizzando l’universalità del linguaggio audiovisivo e la capacità dei partner di intervenire con registri diversi e adatti per ottenere una serie di obiettivi efficaci il più possibile diffusi nel tessuto giovanile locale.

STAFF

Paola Carini
Responsabile di Progetto

Laureata in architettura, ha lavorato nel campo del design, dell’editoria e della comunicazione integrata. Docente di Discipline Audiovisive presso il Liceo Artistico Candiani, coordinatrice dell’indirizzo Audiovisivo Multimediale e Figura di Sistema per le attività di Alternanza Scuola Lavoro (oggi PCTO), coordina, realizza e gestisce progetti e bandi per la scuola attivando collaborazioni tra numerosi enti esterni e Liceo.

Andrea W. Castellanza
Responsabile Scientifico di Progetto

Esperto di Comunicazione, Formazione e Direzione Creativa soprattutto in contesti ad alto contenuto tecnologico. Regista e scrittore, ha insegnato e coordinato realtà del mondo audiovisivo e multimediale. Si occupa tra le altre cose di formazione accademica, aziendale e scolastica: da qualche anno collabora come professore a contratto con la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica di Milano, tenendo corsi e seminari di comunicazione visuale, cinema e teatralità; per la Business School del Sole24 Ore e la Domus Academy ha svolto attività come docente consulente nel campo della comunicazione visuale, aziendale e dei new media. È nel Consiglio direttivo della Fondazione Aliprandi-Rodriguez di Firenze, già Accademia Italica, che si occupa di semiotica e nuovi linguaggi. È tra gli Advisor di Unconventional Hub, rete di consulenti su tematiche di Comunicazione aziendale. È Direttore Creativo di Tavola Spigolosa, osservatorio sui temi della Comunicazione in ambito agroalimentare. È stato per nove anni (dal 2008 al 2016) Direttore dell’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni (ICMA), e Amministratore Delegato dell’omonima Fondazione, nonché Presidente (dal 2011 al 2016) della Film Commission della Provincia di Varese.

Docenti Interni:

• Francesco Cunocchiella
• Daniele Oliveri

Docenti Esterni:

• Elisa Begni
• David Logrieco
• Paolo Righi
• Giacomo Rogora
• Velentina Sampietro

Alessandra Ferrini
Coordinatrice Laboratorio Video

BACKSTAGE

Liceo Statale – Artistico “P. Candiani”
Via Luciano Manara, 21052 Busto Arsizio

Codice Fiscale: 81009790122
Codice Meccanografico: VASL01000A

Telefono: 0331633154
VASL01000A@istruzione.it